CalcioLa Liga

La miglior formazione di sempre del R.Madrid

Aprile 5, 2021

Arriva una settimana che potrebbe risultare decisiva per il Real Madrid di Zinedine Zidane.

Martedì arriva a Valdebebas il Liverpool per l’andata dei quarti di finale di Champions League, sabato si giocherà il Clasico con il Barcellona, e settimana prossima appuntamento ad Anfield per il ritorno dei quarti di Champions.

Come sempre, il Real Madrid punta a vincere tutto, come è da sua tradizione, per tenere alto l’onore di una squadra che ha fatto la storia del calcio attraverso i suoi campioni.

Andiamo pertanto a vedere quella che per noi potrebbe essere la formazione più forte di sempre mettendo assieme tutti i giocatori blancos delle varie epoche.

Sono tantissimi i campioni che hanno vestito la maglia delle merengues, quindi ci saranno per forza delle omissioni, e ci scuserete sicuramente anche per qualche cambio di ruolo un po' forzato, ma ci sono campioni che hanno vestito la maglia del Madrid che non potevamo proprio escludere:

 

Il R.Madrid più forte di sempre:

 

La difesa

 

Schieriamo il nostro Real Madrid dei sogni con il 3-4-3, perché sono talmente tanti i campioni che hanno giocato a centrocampo e in attacco nei blancos, che in qualche reparto dovevamo tagliare.

I campionissimi però non sono mancati neanche in difesa, partendo da Iker Casillas in porta, il portiere plurivincitore di Liga e Champions con il Real e campione d’Europa e del mondo con la Spagna. Casillas fu anche uno dei pochi ad affrontare a muso duro Mourinho, che spingeva per una rottura totale fra i blocchi di Real Madrid e Barcellona in nazionale. Casillas fece da paciere fra i due blocchi, e ciò consentì alla Roja di continuare a vincere, ma lui pagò duro la sua presa di posizione, e venne mandato al Porto.

Completiamo la difesa con l’attuale capitano-goleador del Madrid, Sergio Ramos, fenomeno della difesa del Real Madrid di Zidane ora e di Ancelotti prima, e al suo fianco il capitano storico del Madrid, Fernando Hierro, l’uomo che forse più di tutti in epoca recente ha rappresentato il “madridismo”, e vincitore di 5 Liga e 3 Champions League. A sinistra spazio a Roberto Carlos, che dopo il flop all’Inter si impose nella capitale spagnola, portandosi a casa 3 Champions, 2 Intercontinentali e 4 titoli di Liga.

 

Il centrocampo

 

Guarda qui il nostro Predictor Game sulla Champions!

 

Come pivote davanti alla difesa abbiamo scelto Luka Modric, Pallone d’Oro 2018 anche per quanto di buono fatto con la Croazia vicecampione del mondo a Russia 2018, e uomo essenziale nel centrocampo del Real Madrid ancora oggi. Al suo fianco il suo allenatore odierno, Zinedine Zidane, che non ha certo bisogno di presentazioni.

Zidane lasciò la Juve nel 2001 per andare a vincere tutto in Spagna, e di lui in maglia bianca ricordiamo soprattutto lo splendido gol con tiro al volo da fuori area nella finale di Champions League 2002 a Glasgow contro il Bayer Leverkusen.

Per completare il centrocampo poi, due campioni del Real degli anni ’60. A sinistra Francisco Gento, ala sinistra di enorme talento che vinse addirittura 6 Coppe dei Campioni, mentre sull’altra fascia mettiamo quello che alcuni ritengono sia stato il giocatore più forte di sempre, più di Pelè e Maradona: Alfredo Di Stefano. La “Saeta Rubia” venne strappato al Barcellona dal presidente Bernabeu, e in maglia blanca vinse 8 campionati e 5 Coppe dei Campioni, e fu grande protagonista del Real Madrid durante tutti gli anni Sessanta.

 

L’attacco

 

C’è solo l’imbarazzo della scelta, e qui i tagli sono stati molto dolorosi per allestire la migliore formazione.

Sicuramente dobbiamo includere l’idolo del Bernabeu, Raul, entrato da ragazzino nel Real, e ritiratosi nel 2010 dopo 323 gol, 6 titoli di Liga, 3 Champions, 2 Intercontinentali e una Supercoppa Europea.

Al fianco di Raul sicuramente Cristiano Ronaldo, che al Bernabeu stanno ancora rimpiangendo. Il portoghese nel suo periodo a Madrid ha fatto incetta di Palloni d’Oro, Champions League, Liga, titoli vari e assortiti, e ha iniziato un Clasico tutto personale con il barcelonista Lionel Messi.

Per finire, Ferenc Puskas, campione dell’Ungheria invincibile degli anni Cinquanta, e vincitore di 6 campionati e 3 Coppe dei Campioni con la maglia dei blancos al fianco di Di Stefano, Kopa, e tutti i campioni di quel meraviglioso Real Madrid degli anni Sessanta.

 

Guarda qui il nostro Predictor Game sulla Champions!