tennisti italiani
Tennis

Tennisti italiani: i migliori di oggi e ieri, chi sono e quanto guadagnano

Gennaio 18, 2022Gennaio 19th, 2022

Il tennis comincia a praticarsi in Italia all’inizio del secolo scorso e, come tutti gli sport e i passatempi dell’epoca, è ovviamente qualcosa di cui possono beneficiare le elite, le classi più abbienti, le uniche che hanno del tempo libero a disposizione.

La Federazione Italiana Tennis (FIT) nasce nel 1910, e fino agli anni ’60 del Novecento, il tennis rimarrà comunque uno sport amatoriale, anche se a volte era dilettantistico solo sulla carta.

Con la fine degli anni Sessanta, e l’inizio dell’era Open, molto cambia, e cominciano ad affermarsi anche i primi tennisti italiani.

Dopo aver le tenniste italiane, in questo articolo vediamo chi sono i tennisti italiani del momento, quelli che hanno fatto la storia e quanto guadagnano.

 Vedi quote tennis

I tennisti italiani del momento

Il 2021 è stato un anno molto importante per il tennis italiano, e sono più di uno i tennisti che ben potranno figurare nei tornei del 2022.

Matteo Berrettini

Matteo Berrettini è al momento il nostro tennista di punta. Ciò che lo ha reso famoso sulla scena mondiale è stata la conquista della finale a Wimbledon l’11 luglio 2021- persa contro Novak Djokovic- primo tennista italiano della storia a raggiungere la finale del più importante e prestigioso Slam al mondo.

Berrettini aveva già raggiunto la finale del Masters 1000 di Madrid sempre nel 2021, e in passato era arrivato negli ultimi 4 anche agli US Open-secondo a riuscirci dopo Corrado Barazzutti nel 1979.

Berrettini a quasi 26 anni è un tennista ormai in grado di portarsi a casa un torneo dello Slam.

Jannik Sinner

Se Berrettini è un atleta nel pieno della maturità, l’altoatesino Sinner è un progetto di campione, con ancora grandissimi margini di crescita.

Sinner ha già vinto 4 tornei nel 2021, ha preso parte alle ATP Finals sostituendo in corsa l’infortunato Berrettini, e il 2022 per lui può essere un anno ricco di successi.

Fabio Fognini

Fognini è un personaggio molto controverso, ricco di talento, ma che in questi anni ha fatto parlare molto di sé per i suoi atteggiamenti a volte eccessivi.

Non è mai arrivato in fondo a un torneo dello Slam nel singolare, ma nel 2015, in coppia con Simone Bolelli, ha vinto gli Australian Open nel doppio.

I migliori tennisti italiani di sempre

Berrettini e Sinner rappresentano il presente e il futuro per l’Italia del tennis, mentre in passato, l’età dell’oro del tennis italiano è arrivata negli anni ’70, in particolare nel 1976, quando Adriano Panatta, Corrado Barazzutti, Paolo Bertolucci e Tonino Zugarelli, guidati da Nicola Pietrangeli, capitano non giocatore, si sono aggiudicati la Coppa Davis in finale a Santiago del Cile contro i padroni di casa.

Fu una finale molto controversa, visto che, molti fra politici e parte dell’opinione pubblica, chiesero ai tennisti di non giocare, perché il Cile era caduto da tre anni sotto la dittatura di Pinochet, e anche cittadini italiani avevano perso la vita in seguito alle violenze del regime cileno. L’Italia però alla fine decise di prendere parte a quella finale, e portò a casa l’Insalatiera d’argento.

Nel 1976, a Parigi agli Open di Francia, Panatta vinse anche il torneo contro Solomon, in quella che sarà la sua unica vittoria in un torneo dello Slam.

banner scommesse sportiveIl primo tennista italiano 

Chi è stato il primo tennista italiano ad essere un campione? Pur se il tennis veniva praticato in Italia da inizio Novecento, il primo vero campione del tennis italiano fu Nicola Pietrangeli, unico tennista italiano ad aver vinto due volte l’Open di Francia (1959, 1960) in epoca pre-Open, come anche gli Internazionali d’Italia (1957, 1959), e unico tennista italiano ad essere presente nella “Hall of Fame”.

I tennisti italiani degli anni ‘90

Gli anni Novanta non sono stati così forieri di successi come gli anni Settanta per l’Italia, ma anche nel decennio precedente il nuovo millennio, si sono imposti tennisti di valore come Omar Camporese, Andrea Gaudenzi, Paolo Canè, Stefano Pescosolido, tutti giocatori di buon livello che però non sono mai diventati campioni.

Quanto guadagnano i tennisti italiani

Stando a quanto guadagnato nell’arco del 2020, il tennista che ha guadagnato di più dai tornei giocati è stato il giovanissimo Jannik Sinner, con quasi 750.000 dollari guadagnati nel corso dell’anno, seguito a ruota da Matteo Berrettini (che essendo arrivato in finale a Wimbledon, avrà scavalcato il suo compagno di Davis nel 2021) con 700.000 dollari, e al terzo posto si è piazzato Fabio Fognini, che nel 2020 si è portato a casa circa mezzo milione di dollari.